MyFoody, la Startup che combatte gli sprechi alimentari.


MYFOODY

MyFoody è la prima piattaforma di proximity marketing creata in Italia per valorizzare i prodotti alimentari a rischio spreco delle imprese del settore distributivo, creando un ponte innovativo tra imprese e consumatori. MyFoody è una soluzione winwin pensata per creare valore economico, sociale e ambientale dalla rivalutazione di un asset aziendale sottoutilizzato, in un’ottica di blue economy o economia circolare.

Il problema degli sprechi alimentari

Nei Paesi del mondo sviluppato vengono sprecati circa 100 kg di cibo a testa all’anno, a causa della mancanza di efficaci sistemi di recupero delle eccedenze e di ridistribuzione delle stesse. ( The Economist, 2011 ).

In Italia come in tutti i Paesi del mondo sviluppato, gli sprechi alimentari dipendono in gran parte dai comportamenti dei consumatori, così come dalla mancanza di coordinamento tra i diversi attori operanti lungo la filiera. ( FAO, 2011 ).

Ad oggi, le eccedenze alimentari create dal sistema produttivo e della distribuzione sono in
gran parte gestite da Food Bank, le quali ricevono in donazione le eccedenze delle imprese
per distribuirle a fini benefici ad associazioni e organizzazioni nonprofit.

Il sistema delle Food Bank, ormai consolidato, si basa su di un sistema di intervento logistico, che prevede l’impossessamento, lo stoccaggio e la completa gestione dei prodotti donati dalle imprese. Esso permette il recupero di una quantità contenuta di eccedenze alimentari, limitandosi a recuperare soprattutto prodotti a lunga conservazione.

Ad oggi, nonostante le iniziative intraprese, a livello di punti vendita della Grande Distribuzione Organizzata in Italia, solo l’8,5% delle eccedenze alimentari create vengono recuperate attraverso la donazione diretta a enti nonprofit o attraverso la donazione a Food Bank, le quali, a loro volta, destineranno tali prodotti agli enti non profit. Il 91,5% delle eccedenze alimentari non trova altra destinazione diversa dallo smaltimento.

art-myfoody_webapp

Come si inserisce in quest’ambito MyFoody

MyFoody non ha l’obiettivo di sostituirsi ai sistemi tradizionali per il recupero delle eccedenze alimentali, ma vuole collaborare alla risoluzione di questo problema economico, sociale e ambientale.

MyFoody mette in connessione i punti vendita che hanno eccedenze disponibili con i consumatori, permettendo ai primi di segnalare in modo intelligente e innovativo le proprie offerte e il proprio impegno a diminuire gli sprechi alimentari ai consumatori finali, permettendogli una spesa intelligente, etica e di impatto.

I punti vendita aderendo a MyFoody possono dimostrare concretamente il proprio impegno nella lotta contro gli sprechi alimentari, ottenendo importanti vantaggi in termini di aumento delle proprie vendita, di visibilità e di sostenibilità.

Grazie alla strumentazione fornita da MyFoody, i punti vendita possono segnalare in tempo reale la presenza in negozio di offerte su prodotti “a rischio spreco”. Mentre i consumatori, utilizzando MyFoody, possono conoscere in tempo reale le offerte dei
“prodotti a rischio spreco” presenti nei punti vendita più vicini a sé.

Attraverso il criterio della prossimità, MyFoody avvicina l’esigenza dei supermercati di diminuire i propri sprechi, migliorando così le proprie performance, con quella del risparmio e di una spesa etica del consumatore.

Nell’area antispreco MyFoody, i consumatori avranno inoltre la possibilità di accedere gratuitamente a c ontenuti d i sensibilizzazione sul tema sprechi alimentari pubblicati sul Blog di MyFoody, con l’obiettivo di migliorare i comportamenti dei consumatori e permettere di diminuire gli sprechi domestici che ad oggi rappresentano circa il 50% degli sprechi alimentari totali.

MyFoody, inoltre, collabora anche con quelle associazioni non profit che si impegnano a
tutelare il diritto delle persone all’accesso al cibo e ad una sana alimentazione. Questa collaborazione realizza la vocazione sociale che appartiene a MyFoody, essendo volta a creare visibilità per le realtà solidali del territorio che offrono accesso al cibo agli indigenti, anche attraverso prodotti “a rischio spreco”. Ad oggi (Febbraio 2016) la partnership è attiva con le seguenti realtà sul territorio di Milano:

● Fondazione Progetto Arca Onlus
● Cooperativa sociale Divieto di Sosta Onlus
● Fondazione Casa della carità Angelo Abriani Onlus
● Associazione City Angels Onlus
● Comunità di Sant’Egidio Milano Onlus

Visita il loro sito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: